Crisi di coppia: è possibile superare un tradimento?

La vita di coppia può essere sconvolta da eventi più o meno prevedibili che hanno il potere di generare una vera e propria frattura tra i partners, molto difficile da tollerare e altrettanto dolorosa da affrontare. Uno di questi eventi è il tradimento.

Alla scoperta di un tradimento, spesso la coppia reagisce con modalità che mettono a dura prova la stabilità di ogni partner: un alto livello di stress, reazioni aggressive, comportamenti caotici, ansia, incapacità nella gestione della propria rabbia, senso di frustrazione e umiliazione, smarrimento, senso di solitudine, pensieri ossessivi.

Ogni partner attribuisce all’altro degli atteggiamenti irrazionali, la comunicazione diventa problematica e incomprensibile, l’altro viene percepito come un estraneo in quanto attua condotte vissute come insolite e indecifrabili.

La frattura, nella coppia, è dovuta soprattutto alla sensazione che siano venute meno le premesse di base su cui si fonda una relazione impegnata. Il tradimento ha minacciato la stabilità, la sicurezza, la fiducia, la reciprocità, il progetto comune, le certezze costruite insieme, la lealtà…

A volte i partners si stupiscono delle loro stesse reazioni: coloro che, all’inizio della relazione di coppia, avevano giurato che, se avessero subito un tradimento, avrebbero sciolto il legame, ora invece, davanti al fatto compiuto, non riescono ad andarsene; coloro che, all’inizio della storia, affermavano che la loro relazione era più importante di qualsiasi scappatella, ora invece, alla scoperta dell’infedeltà, se ne vanno di casa senza esitazione.

Eventi di questo tipo possono costituire dei fattori molto destabilizzanti per il benessere psico-fisico di ognuno e, quando sono presenti dei figli, possono ripercuotersi notevolmente anche sulla salute della prole.

I sintomi di stress all’interno della coppia, a volte possono manifestarsi anche prima della crisi conclamata e il tradimento può diventare l’esito finale di un disagio presente da tempo.

I fattori in grado di contribuire a questa rottura sono diversi e dipendono dalla storia della coppia, dal contesto di vita, dalla personale capacità di tollerare lo stress, risolvere i problemi, rispondere alle pressioni subite dall’esterno, dalla fase della vita che si attraversa.

Gli altri agenti che possono portare al tradimento, riguardano modalità relazionali che, nel corso del tempo, possono aver gravato sulla costruzione di un rapporto autentico, intimo, comprensivo.

Ad esempio:

– la tendenza a lasciare i conflitti aperti e irrisolti

– problemi di comunicazione

– il sacrificio dell’autenticità o delle proprie esigenze personali, allo scopo di dare vita ad un’unione ideale che, in apparenza, rasenta la perfezione

– l’evitamento dei conflitti o del disaccordo perché convinti che possano logorare il rapporto

– non saper litigare o pensare che non si “debba” litigare mai

– l’insoddisfazione protratta nei rapporti sessuali che vengono vissuti come poco gratificanti o assenti

– l’evitamento dell’intimità che, di conseguenza, ostacola la condivisione, la complicità e favorisce l’alienazione dalla vita di coppia

– l’assenza di solidi confini che preservino la coppia da ingerenze esterne (amicali o familiari)

– l’assenza di specifici spazi e tempi che appartengano solo alla coppia, lontani dall’intromissione costante di pensieri rivolti ai figli o al lavoro

La relazione può fare un salto di qualità, sia nel caso in cui si decida di restare insieme, sia nel caso contrario… Con la terapia di coppia si aiuta ogni membro ad esprimere le proprie autentiche esigenze e ad accogliere in modo nuovo quelle dell’altro, costruendo un rapporto basato su una reciprocità più genuina, fondata su scelta e responsabilità.

VUOI INIZIARE IL TUO PERCORSO DI CRESCITA PERSONALE E DI COPPIA?